Le Zanzare di Moira

Genere: Poesia
Editore: Editrice C.R.T.

Tratto dalla prefazione di Mazzei Maria Rita:

"Determinante da sempre nella sua arte ed ispirazione è la presenza di una "signora", una donna del mistero, forse il destino, forse la sua Musa ispiratrice, una signora vestita di scuro, non per scelta dell'autrice, che l'avrebbe certo vestita di bianco, come scrive nella poesia "Fatum".

Questa signora poteva essere forse la nonna di Giuseppina? Non ne è certa, però è certa che non può essere la Madonna, la grande Madre di tutti, perchè le apparve senza luce negli occhi, quando l'autrice aveva solo nove anni, nell'orto di casa sua, nell'amata Calabria; in quella lontana apparizione quasi la spaventò: quindi non poteva essere neppure un angelo chge normalmente non spaventa i bambini.

La donna del mistero le appare ancora oggi in sogno, l'accompagna nelle esperienze della sua vita da quasi cinquant'anni, dandole dei segni che sono determinanti per la sua esistenza. Questa figura del mistero potrebbe essere un alter ego, una parte della personalità sdoppiata di Giuseppina, o forse solo qualcuno che la vuole proteggere; basti pensare al gesto della signora, quando manda via le tre zanzare (si veda la poesia "Le Zanzare di Moira") dal visetto della neonata poetessa. Del resto però se le zanzare si erano fermate lì, probabilmente quello era il loro posto e la signora, spostandole, ha cambiato alcune parti del destino della bimba.

Tutto ciò non è spiegabile, almeno non razionalmente, ma forse lo sarà leggendo l'opera di Moira, nome in arte della scrittrice".